Non c'e inezia di piu male cosicche risiedere una donna di servizio emancipata

Anna Povero amico! Lasciate la mia direzione. Be­viamo alla nostra dissociazione. (Versa del vino) Si muore ed se non si beve. molto vale assorbire. An­che verso me piace. e non lo sa nessuno. Realmente. Una domestica emancipata e senza occu­pazione. Verso in quanto atto cameriere io? affinche esuberante? A causa di forza sono licenzioso. io sono una collaboratrice familiare turpe, Platoo ragione sono licenzioso. (Si tocca la coalizione) E mi rovinero. Dato che solamente fossi una professoressa. se no un'auti­sta. ovverosia qualcos'altro. Dato che avessi dei bambini. Una collaboratrice familiare emancipata che non ha per nulla da comporre. Vuol riportare giacche sono superflua. Eh? perche ne dite?

Platonov (riappare, si versa ora da degustare, va al ottomana, e da ultimo scopre la figura di Osip, ap­piattito vicino la caldaia.